Protesi dentarie mobili – Sorrisi perfetti ad ogni età

Protesi dentarie mobili – Sorrisi perfetti ad ogni età
0 24 gennaio 2017

Lo studio della Dott.ssa Marina Iaquaniello si avvale della collaborazione di laboratori odontotecnici specializzati nella realizzazione di protesi dentarie create allo scopo di sostituire la dentatura originaria compromessa per motivi funzionali o estetici, o semplicemente persa a causa dell’età avanzata.

Compito della protesi è quello di assicurare una corretta masticazione, nonché le principali funzioni articolari, senza alterare il profilo estetico del paziente. Le protesi devono essere costruite con materiali resistenti e atossici e devono essere in grado di resistere al carico masticatorio e all’usura dei liquidi buccali.

Come suggerisce lo stesso nome, le protesi mobili hanno la caratteristica di essere removibili e possono sostituire l’intera arcata dentaria o parte di essa. In realtà si tengono in bocca permanentemente e si tolgono di notte per essere pulite e deterse, anche perché la continua compressione del corpo protesico sulla mucosa potrebbe provocare delle stomatiti. Le protesi mobili vanno inoltre pulite ogni volta che si mangia.

Ne esistono tipologie differenti:

PROTESI TOTALE

prot-mob

La protesi totale (conosciuta anche come dentiera) rientra tra i dispositivi afisiologici, in quanto i carichi masticatori vengono completamente scaricati sulla mucosa e sull’osso sottostante, perché denti residui o radici vengono a mancare (edentulia). Ha quindi il compito di ristabilire completamente le funzioni masticatorie rispettando il profilo naturale del viso (le espressioni facciali non risultano compromesse). È un dispositivo atto a sostituire intere arcate ormai edentule, costituito da una struttura di sostegno in resina acrilica. I denti utilizzati sono in ceramica o in resina acrilica o composita e garantiscono ottimi risultati estetici. Il paziente può rimuoverla e reinserirla in qualsiasi momento della giornata.

Combinata con gli impianti prendono il nome di overdenture e il loro compito è quello di aumentare la ritenzione qualora la superficie mucosa non offra sufficiente ritenzione affinché siano stabili

PROTESI PARZIALE

prot-schel

La protesi parziale si ancora ai denti rimanenti tramite ganci o attacchi di precisione. Quando la protesi parziale ha una struttura di sostegno metallica viene definita protesi scheletrica; se è mista con attacchi di precisione su elementi pilastro viene detta protesi combinata. Si può realizzare anche una protesi di tipo scheletrato in resina acetalica o termopressata senza ganci in metallo. È anche realizzabile una protesi a base di nylon e quindi senza metallo e con caratteristiche di biocompatibilità e flessibilità.

Se vuoi dare nuova vita al tuo sorriso puoi contattare lo studio della Dott.ssa Marina Iaquaniello in viale Roma 7 a Velletri o chiamando il numero 06 963 00 03

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

comments

Posted in Notizie Blog by Marina Iaquaniello | Tags:

Leave a Comment