Cibi e bevande nemici dei denti

0 8 aprile 2017

Esistono davvero cibi e bevande in grado di danneggiare i denti? Certamente e li troviamo nel nostro quotidiano accompagnati quasi sempre da abitudini alimentari sbagliate (come l’assunzione ripetuta di cibo, di prodotti confezionati, di bibite dolci, acide e gassate, il tutto “fuori pasto”) e da una scarsa igiene orale.

Avere un’alimentazione sana ed equilibrata non ha effetto solo sul tono muscolare e sulla salute fisica ma è importante adottarla soprattutto come forma di prevenzione; in questo caso dei nostri denti!

Quindi per prevenire carie o altre patologie e mantenere una buona salute orale, l’alimentazione rappresenta un fattore molto importante. Nel momento in cui s’introducono determinati alimenti in bocca, iniziano a verificarsi cambiamenti al suo interno. I batteri nella bocca, infatti, convertono zuccheri e carboidrati provenienti dai cibi in acidi, e tali acidi attaccano lo smalto dei denti, dando il via al processo di formazione delle carie.

Il nemico numero 1 è sicuramente il dolcissimo zucchero. Esistono fattori che contribuiscono a rendere dannosa l’azione degli zuccheri come per esempio il lor

Posted in Notizie Blog by Marina Iaquaniello | Tags: , ,
0 28 dicembre 2016

La lingua è il principale organo del gusto, svolge la funzione di impastare il cibo con la saliva e di spingerlo sotto i denti affinché venga triturato, e quindi spinto giù per l’esofago. È dotata di papille gustative (filiformi, fungiformi, circumvallate, foliate) ed è collegata posteriormente a un piccolo osso chiamato ioide e anteriormente ad un piccolo e sottile filamento detto frenulo o filetto. La superficie dorsale è ricoperta dall’induito, una patina biancastra trasparente costituita dal precipitato contro il palato delle esalazioni dello stomaco attraverso l’esofago. Il colore, lo spessore, la consistenza e l’asportabilità dell’induito danno luogo ad indicazioni sullo stato della funzione digestiva.

La nostra sensibilità gustativa ci permette di percepire:

  1. dolce
  2. amaro
  3. acido (o aspro)
  4. salato
  5. umami (in lingua giapponese significa “saporito” e indica il gusto del glutammato monosodico)

Già da centinaia di anni, gli esperti della medicina ayurvedica esaminano la lingua dei propri pazienti per capire se soffrono di alcune malattie specifiche. Stando a quest

Posted in Notizie Blog by Marina Iaquaniello | Tags: ,