La riabilitazione neuro occlusale secondo il Dott. Pedro Planas

0 12 dicembre 2016

Lo studio della Dott.ssa Marina Iaquaniello sposa la filosofia di odontoiatria olistica, in cui l’approccio con il paziente odontoiatrico è globale: le problematiche dentali vengono studiate in relazione al sistema uomo. I problemi di salute vengono quindi affrontati prendendo in esame non solo l’apparato odontostomatologico ma considerando l’individuo nella sua interezza fisica e psichica. Bisogna pertanto effettuare un’attenta analisi sulle eventuali correlazioni esistenti fra i denti e patologie di vario genere, all’apparenza non riconducibili a problematiche di carattere odontoiatrico.

L’alimentazione moderna non spinge a realizzare la funzione dovuta, anzi crea l’abitudine di masticare solo con un movimento di apertura e chiusura non stimolando, non essendoci funzione, né le ATM, non essendoci trazione, né il parodonto, non essendoci sfregamento occlusale. Secondo il Dott. Pedro Planas la riabilitazione neuro occlusale risponde a tre leggi:

  1. Legge della minima dimensione verticale: muovendo la mandibola verso destra e verso sinistra si registrano, in un piano verticale frontale e con riferimento all’ orizzontale, due angoli, uno destro e uno sinistro, che vengono definiti

0 2 dicembre 2016

Per preservare e rendere unico il sorriso di un bambino esistono due paroline magiche: Ortodonzia Intercettiva.

L’ortodonzia intercettiva si può definire una terapia precoce per la prevenzione e la correzione della malocclusione che permette di individuare, evitare o neutralizzare i meccanismi di aggravamento e le alterazioni dello sviluppo posturale.

Curando precocemente il bambino si evita una malocclusione stabilizzata più grave e più difficile da trattare nel tempo; se non viene fatta un’accurata prevenzione, andando avanti con l’età, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico risolutivo alla fine del periodo di crescita. Vi ricordo, infatti, che le patologie ortodontiche sono evolutive, pertanto nel tempo assumono caratteristiche di complessità sempre maggiori.

Dunque, quando intervenire?

La dentizione decidua può essere curata già tra i 4 e i 6 anni, intervenendo su tutte le malposizioni dentarie che presentano alterato il combaciamento fra le arcate dentarie, cioè le inversioni sia del settore anteriore che laterale detti morso inverso anteriore o terza classe e mors

Posted in Notizie Blog by Marina Iaquaniello | Tags: , ,